Divertimenti ed Attrazioni

L’hotel Primula Azzurra si trova in una posizione privilegiata per chi vuole visitare e divertirsi nella Riviera dei Parchi più grande d’Europa. Tante offerte, pensate per soddisfare tutte le richieste: parchi acquatici, faunistici, scenari naturalistici unici, biodiversità, attrazioni adrenaliniche di tutti i tipi.

www.rivieradeiparchi.it

 

 

BIBLIOTECA MALATESTIANA
La Biblioteca Malatestiana è situata nel centro storico di Cesena, pertanto per raggiungerla consigliamo l’utilizzo dei mezzi pubblici invece dell’auto, che potrà essere lasciata in uno dei parcheggi predisposti.
La Malatestiana è l’unico esempio di biblioteca umanistica conventuale perfettamente conservata nell’edificio, negli arredi e nella dotazione libraria, come ha riconosciuto l’Unesco, inserendola, prima in Italia, nel Registro della Memoire du Monde.
L’idea della biblioteca va attribuita ai frati del convento di San Francesco, che avevano in animo di costruirne una ad uso dello studium, annesso al loro convento fin dal Trecento. Nel 1450 è documentato il primo intervento di Malatesta Novello, signore di Cesena, che fece proprio il progetto dei frati e nel loro convento eresse la sua ‘libraria’. Al modello inaugurato da Michelozzo nella biblioteca del convento domenicano di San Marco a Firenze (1444), si ispira la Malatestiana di Cesena, cui Matteo Nuti, esaltato come Dedalus alter nell’epigrafe che si legge accanto alla porta d’ingresso, pose il sigillo del suo nome: “MCCCCLII Matheus Nutius Fanensi ex urbe creatus Dedalus alter opus tantum deduxit ad unguem” (“1452. Matteo Nuti, nato a Fano, secondo Dedalo, condusse a compimento una tale opera”).
Sul timpano del portale campeggia l’elefante, emblema dei Malatesti, con il motto “Elephas Indus culices non timet” (“L’elefante indiano non teme le zanzare”), mentre ai lati dell’architrave e sui capitelli delle lesene, sono raffigurati i simboli araldici della grata, delle tre teste e della scacchiera. La porta in legno scuro è opera di Cristoforo da San Giovanni in Persiceto e reca la data 15 agosto 1454. L’araldica dei Malatesti è riprodotta anche all’interno, sui capitelli delle colonne della sala e sui 58 plutei (29 per parte), gli imponenti banchi di legno di pino in cui si conservano i codici.
Orari
martedì - sabato  9.00 - 19.00
domenica 16.00 - 20.00
fondi storici
martedì – venerdì 9.00 – 13.00
Il lunedì la biblioteca è chiusa al pubblico
più informazioni http://www.malatestiana.it

BIBLIOTECA MALATESTIANA